4 abiti di Lady D che hanno fatto la storia…

Lady Diana: icona di stile, principessa bellissima e maledetta oggi avrebbe compiuto 58 anni. Sono passati 22 anni dalla sua morte eppure ancora oggi sembra impossibile rimanere impassibili davanti alla sua storia, al mito perenne che accompagna ogni uscita di qualunque membro della famiglia reale. Un paragone terribile e spietato che mette a confronto perennemente Kate Middleton, Meghan Markle e la “povera” Camilla con il suo ricordo. Una battaglia che non si può vincere perchè non si può combattere con dei fantasmi, non si può lottare con il ricordo di una delle figure più amate del secolo scorso.  E’ questa battaglia infinita con il presente a cui Lady D ci aveva abituato quando era ancora in vita, che la rende speciale ma non solo…

Una principessa che è mancata troppo presto e con un incidente mortale ed inaspettato. Un membro della famiglia reale che aveva sfidato la monarchia e aveva vinto.  Diana era speciale. Avrebbe forse voluto vivere una vita da star più che da principessa, vicina ad artisti scomodi, parte di un entourage che era più vicino ad Hollywood che a Buckingham Palace. Lei che regina non lo sarebbe diventata mai era diventata la “principessa della gente”, canonizzata da milioni di persone come simbolo di rivincita contro il potere in quella lotta contro le regole dell’ultima grande monarchia del mondo.

#1

L'ABITO DELLO SCANDALO

Era il 1981  anno del fidanzamento e poi del matrimonio di Diana e Carlo quando la futura principessa del Galles diede in pasto alle cronache il suo primo scandalo. Era la prima volta che una futura erede al trono d’Inghilterra aveva osato mostrare il décolleté. Anticipazione di quel che sarebbe avvenuto dopo ma anche spensieratezza di una Diana alle prime armi, che a vent’anni stava per entrare a far parte della famiglia reale più importante del mondo. E pensare che lei lì proprio non ci doveva stare. Non solo Carlo era innamorato di Camilla (cosa nota ieri e oggi) ma alle pressioni della Regina Elisabetta che premeva per il suo matrimonio con una nobile inglese e di buona famiglia aveva iniziato a frequentare una delle due sorelle maggiori di Diana, Sarah. Era lei la prescelta, più vicina anche per età all’erede al trono. Eppure anche lì non aveva funzionato. L’anno dopo la rottura con la sorella i due si incontrarono nuovamente ed iniziò la storia che noi tutti conosciamo.

#2

IL "TRAVOLTA DRESS"

E’ uno degli abiti più conosciuti di Lady D. Indossato per la prima volta durante una cena di gala alla Casa Bianca l’11 novembre 1985 è universalmente conosciuto come “John Travolta dress” per il famoso ballo eseguito dall’attore e dalla principessa durante l’evento. L’abito fu disegnato da Victor Edelstein, anche soprannominato “l’Oscar De La Renta inglese”, proprio per gli abiti commissionati da Diana. L’abito da sera in velluto blu notte e con una scollatura off shoulder voleva ispirarsi alla tradizione della moda edoardiana (per intenderci quella dei primi anni del ‘900 e che abbiamo visto anche in Titanic).  Diana indossò nuovamente il vestito in Germania nel dicembre 1987 e alla Premiere del film Wall Street nell’aprile del 1988. Inoltre quest’abito è rimasto tristemente noto poichè Diana lo indossò per il suo ultimo ritratto ufficiale, eseguito dal conte di Snowdon, nel 1997. Poco prima della sua morte l’abito fu messo all’asta e dopo molte peripezie ritornò in vendita a Londra il 19 marzo del 2013, battuto per 362.424 dollari e comprato da “un gentiluomo britannico come sorpresa per sua moglie”. 

#3

IL LOOK DA DIVA

Diana non passava mai inosservata. Il suo stile impeccabile, senza dubbio eccentrico nella sua posizione, risultava sempre elegante. Proprio per questo Diana era il simbolo di una donna nuova, emancipata e splendente anche grazie ai suoi abiti. Dai color block vivaci a gli abiti ricoperti di paillettes i suoi look erano semplicemente fantastici e risulterebbero splendidi ancora oggi nonostante la moda e la concezione di eleganza e femminilità siano cambiati moltissimo negli anni. I completi più visti che associamo a Lady D sono quelli in tinta pastello, i completi in stile Chanel sempre arricchiti da fili di perle e da gioielli vistosi. Una principessa del popolo ricoperta di perle e abiti bellissimi, con gli occhi di diamante ed i capelli biondissimi. Impossibile non sognare di essere lei…

#4

IL REVENGE DRESS

Il Revenge Dress (abito della vendetta) è l’abito più discusso, amato e chiacchierato mai indossato da Lady Diana Spencer. Questo abito fu indossato per il party estivo dal Serpentine Gallery nella serata che prevedeva la messa in onda di un documentario che di fatto avrebbe sancito la fine del matrimonio fra lei e Carlo. Il principe Charles nel documentario si accusava personalmente di infedeltà nei confronti della moglie e confermava le voci sulla sua relazione segreta con Camilla Parker Bowls. Diana non poteva rimanere in silenzio aspettando i titoloni che dal giorno dopo avrebbero invaso l’Inghilterra così invece di scomparire decise di sfoggiare il suo sorriso migliore ed invece di una casto ed elegantissimo abito di Valentino già pronto per partecipare alla serata decise di indossare l’abito più sexy che aveva. Il modello fu realizzato da Christina Stambolian, designer greca , ben tre anni prima del suo debutto. Lady Diana lo aveva giudicato infatti “too daring”, troppo audace per la sua posizione. A coronare il tutto il ricchissimo choker di sette fili di perle ed impreziosito da una spilla in zaffiro, indossato anche in occasione della visita alla casa Bianca,  dono dalla regina Elisabetta II in occasione del matrimonio. Tutto perfetto: da quel momento non sarebbe  stata più sposata con Carlo, ma era stata una principessa e a ricordarlo rimaneva quel gioiello.. quel chocker era lì a coronare il look della nuova Diana, quella libera dall’etichetta… la Diana pronta a rinascere!

selettore-lingue